Categoria: Uncategorized

  1. Tagliate a fette il burro e disponetelo in un robot da cucina con il rosmarino precedentemente lavato. Aggiungete lo zucchero e frullate alla massima potenza per 2 minuti. Trasferite la miscela in una ciotola e lasciatela ammorbidire a temperature ambiente. Riscaldate il forno a 160ºC.
  2. Lavate le albicocche e incidete la parte superiore delle albicocche. Apritela leggermente con la punta di un coltello e farcitele con il composto di burro. Spalmate il resto del burro sulla teglia. Aggiungete un pizzico di Sale Maldon sulle albicocche.
  3. Infornate per 20-30 minuti cuocendo a grigliatura indiretta. D’estate servite con gelato alla vaniglia, panna o yogurt gelato.
  1. Lasciate gli spiedini in ammollo nell’acqua per qualche ora. Rimuovete l’intestino dei gamberi tirandoli via con la carta assorbente. Disponete i gamberi in una vaschetta.
  2. Lavate e asciugate i limoni. Pelatene uno e estraetene il succo. Tagliate l’altro in otto spicchi. Lavate e asciugate il prezzemolo, rimuovendo le foglie. Pelate l’aglio e rimuovete il germe.
  3. Utilizzando il robot da cucina tritate finemente prezzemolo e aglio con il succo di limone e tre cucchiai di olio. Versate il tutto sui gamberi e lasciateli marinare a temperature ambiente per 15-20 minuti. Allo stesso tempo, pelate e tritate la cipolla. Tritate il prezzemolo avanzato e mettetelo da parte.
  4. Rimuovete i gamberi dalla marinatura. Versate la marinatura e il vino dolce in un padellino, cuocete a fiamma alta e lasciate bollire finché si riduce della metà.
  5. Infilate 3 gamberi ad ogni spiedino, alternandoli con i cipollotti e le scorze di limone. Scaldate la  griglia con  1 cucchiaio di olio e cuocete gli spiedini 2 minuti su ogni lato. A fine cottura riponeteli su un piatto, cospargendoli con il vino e il prezzemolo tritato, foglie di timo e un pizzico di Sale Maldon prima di servirli con gli spicchi di limone.
  1. Estraete le costolette dal frigo, spennellatele con olio d’oliva e lasciatele riposare a temperatura ambiente.
  2. Aggiungete il sale Maldon nel mortaio. Lavate e asciugate il prezzemolo, tritate grossolanamente solo le foglie e aggiungetele al mortaio. Pelate l’aglio, tagliatelo a pezzi quindi aggiungetelo al mortaio.
  3. Schiacciate tutto fino ad ottenere una pasta, aggiungendo l’olio poco a poco mentre continuate a schiacciare con il mortaio.
  4. Riscaldate la griglia e oliatela. Una volta che il barbecue è caldo, cospargete le costolette con dell’olio extra vergine d’oliva. once the barbecue is hot. Cuocete ogni lato per 4 minuti a 180ºC e appena cotte, cospargete con una presa di Sale Maldon e servitele calde con la salsa aioli.
  1. In una padella capiente preriscaldate l’olio. Pelate ½ limone e tagliatelo a metà. Aggiungete l’aglio schiacciato e la scorza di limone e lasciate rosolare, alzando il fuoco. Aggiungete il succo di limone alle cozze e versate nella padella. Aggiungete la birra, mescolate, coprite e lasciate cuocere per 5 minuti.
  2. Rimuovete le cozze, scolate l’acqua in eccesso alzate la fiamma per ridurre la salsa quindi riversatela sulle cozze.  Cospargete un po’ di Sale Affumicato Maldon e servitele calde o a temperature ambiente con una fetta di pane per raccogliere la salsa.
  1. Lavate, asciugate e tagliate in otto i pomodorini. Trasferiteli in un’insalatiera e condite con Sale Maldon e pepe. Aggiungetele ai pomodorini le mozzarelline precedentemente sgocciolate con olive, capperi, cipolla tritata e un filo di olio extravergine.  Asciugate le acciughe e aggiungetele all’insalatiera. Lavate e asciugate il basilico rimuovendo le foglie dai rametti.
  2. Cuocete la pasta al dente in abbondante acqua salata, seguendo le istruzioni sulla confezione quindi scolate pasta passandola sotto dell’acqua finché non è completamente fredda. Lasciatela scolare prima di aggiungerla al resto degli ingredienti nell’insalatiera. Decorate la pasta con le acciughe, i pistacchi e le foglie di basilico e servire a temperature ambiente.

Questa ricetta del Drizzle Cake esplora i sapori della scorza del limone e della naturale dolcezza dei pistacchi.

  1. Ungete una teglia da 900g con del burro e foderatela con della carta forno. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. Mettete i pistacchi in un robot da cucina o in un frullatore fino a ridurli in briciole, come le mandorle tritate. In una grande ciotola, sbattete burro e zucchero con una frusta elettrica fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete quindi i pistacchi tritati, lo yogurt naturale, le uova, la farina, il lievito, un pizzico di sale Maldon e la scorza dei due limoni. Frullate fino a ottenere un composto omogeneo.
  3. Con una spatola di gomma, versare il composto nella tortiera rivestita con la carta forno, quindi lisciate la superficie. Infornate utilizzando il ripiano centrale e cuocete per 45 minuti fino a quando la torta non sarà lievitata e inserendo uno spiedino di metallo non uscirà pulito.
  4. Togliete dal forno e lasciate raffreddare prima di estrarre dalla teglia. Posizionate la torta su una griglia per farla raffreddare completamente. Nel frattempo, preparate la glassa.
  5. Versate in una ciotola lo zucchero a velo; spremete il succo dei limoni in una ciotola separata, assicurandovi di rimuovere i semi. Aggiungete un cucchiaio di succo di limone alla volta e mescolare dopo ogni aggiunta fino a ottenere una glassa liscia. Versate la glassa sulla torta raffreddata e lasciatela colare sui lati. Decorate con altri pistacchi tritati e scorza di limone candita.

Una Victoria sponge leggera e gustosa con un generoso ripieno di marmellata di fragole e crema – delicatamente arrotolata a creare un perfetto tronchetto svizzero.

  1. Preriscaldate il forno a 180c.
  2. Ungete una teglia da 33 x 23cm con un filo di olio vegetale, ricopritela con della carta forno quindi ungete anche la superficie e spolverate lo zucchero semolato sulla teglia assicurandovi di ricoprire tutta la superficie, inclusi i bordi. Rimuovete lo zucchero in eccesso.
  3. Versate zucchero e uova in un grande recipiente e con l’aiuto di una frusta elettrica mischiate per circa 10 minuti finché il volume aumenta considerevolmente e diventa di colore chiaro. Il tutto sarà pronto quando, sollevando la frusta e facendola scorrere sulla superficie della miscela, vedrete formarsi delle strisce.
  4. Setacciando la farina aggiungetela poco a poco alla miscela, mescolando delicatamente ad ogni aggiunta. E’ importante procedere con calma per mantenere la miscela spumosa e soffice.
  5. Una volta incorporata tutta la farina, versatela nella teglia unta avendo premura di rendere liscia la superficie. Infornate per 10 – 12 minuti finché sarà lievitata, dorata e ben cotta.
  6. Durante la cottura, sul piano di lavoro ritagliate un foglio di carta forno leggermente più grande della teglia e cospargetela di zucchero semolato.
  7. A cottura ultimata, rimuovere la teglia dal forno. Passate il coltello lungo i bordi per assicurarvi che la torta non sia attaccata alla teglia e ribaltatela sulla carta da forno ricoperta di zucchero. Utilizzando un coltello, rimuovete 1 cm di impasto da uno dei lati lunghi. Cominciando da questo lato arrotolate l’impasto senza lasciare spazio fino a ottenere un tronchetto stretto. Copritelo con della carta forno finché non sarà freddo.
  8. Nel frattempo preparate la farcitura. Versando la doppia crema e lo zucchero a velo in un grande recipiente e montandola fino a ottenere una consistenza spumosa. In un altro recipiente aggiungete la marmellata di fragole con un cucchiaio d’acqua per renderla morbida e spalmabile. Tagliate le fragole grossolanamente lasciandone alcune intere per la decorazione.
  9. Una volta freddato il tronchetto, srotolatelo. Spalmando uno strato di marmellata quindi aggiungete alcune delle fragole precedentemente tagliate. Ricoprite con uno strato di panna leggermente montata, evitando di metterne troppa per poter rollare il tronchetto. Una volta aggiunti tutti gli strati, riarrotolate il tutto delicatamente.
  10. Utilizzando un coltello seghettato, rimuovete gli eccessi dai bordi per avere un tronchetto preciso. Decorate la superficie con una parte della panna e delle fragole intere.

Imparate a cucinare i classici Chelsea Bun, infusi con il sapore dolce e piccante del tè Chai, abbinato al cardamomo per dare una nota di calore al dessert.

Iniziate dall’impasto:

  1. In un pentolino versate il latte e il burro e riscaldate lentamente finché il burro sarà completamente sciolto. Lasciatelo raffreddare lentamente a fuoco spento finché sarà tiepido. In una planetaria aggiungete la farina di tipo “0”, il lievito, lo zucchero semolato, il cardamomo e il sale Maldon e lasciate che tutti gli ingredienti si amalgamino completamente. Fate un buco nel centro della farina mischiata ed aggiungete le uova sbattute con il latte e il burro precedentemente riscaldati quindi riaccendere la planetaria al minimo e mescolare. Utilizzando il gancio impastatore della planetaria, lasciate l’impasto lavorare per 5-10 minuti fino a quando sarà liscio, elastico e morbido.
  2. Coprite la planetaria con della pellicola e riponetela al caldo per circa 1 ora o finché l’impasto è raddoppiato.

Mentre l’impasto è in lievitazione, preparate il ripieno:

  1. In un grande recipiente, mescolate il burro a temperatura ambiente, lo zucchero di canna raffinato, la cannella e il cardamomo. Imburrate una teglia da 20 x 30cm con una noce di burro.
  2. Una volta lievitato l’impasto, sgonfiate l’impasto con il pugno. Trasferite l’impasto su una superficie infarinata e stendetelo in un rettangolo di 30 x 50cm. Lasciando uno spazio sul lato di uno dei bordi lunghi da cui comincerete a rollare, stendete il burro speziato sul resto dell’impasto distribuendolo uniformemente. Cospargetelo di uva sultanina e mirtilli rossi, pressandoli delicatamente con le mani.
  3. Partendo dal bordo lungo lasciato senza farcitura, iniziate ad arrotolare l’impasto fino ad ottenere un tronchetto. Una volta arrotolato, utilizzando un coltello ben affilato rimuovete le parti in eccesso sui lati del tronchetto e tagliatelo in 12 fette uguali. Quindi disponete le girelle ottenute nella teglia precedentemente imburrata lasciando 1 cm di spazio tra l’una e l’altra.  Coprite la teglia con uno strato di pellicola e lasciate che lievitino per una seconda volta in un luogo caldo per 30 minuti finché non saranno ben lievitati.

Mentre le girelle stanno lievitando, preriscaldate il forno a 180c.

  1. Una volta che le girelle sono lievitate e raddoppiate, sono pronte per essere infornate. Ponete la teglia al centro del forno e cuocete per 20 – 25 minuti finché sono ben cotti e dorati. Mentre stanno cuocendo, disponete i 2cucchiai di  zucchero semolato in un piccolo recipiente e aggiungete un cucchiaio di acqua bollente, mescolate finché lo zucchero è sciolto e lasciate raffreddare. Sfornate le girelle, spennellate la superficie con lo sciroppo di acqua e zucchero e lasciatele raffreddare.
  2. Per la glassa mescolate zucchero a velo e le spezie.  Aggiungete 2 o 3 cucchiai di acqua finché avrete una consistenza liscia e fluida. Riempite una sac-à-poche con la glassa e tagliate la punta. Decorate a filo le girelle con la  glassa.

Questa insalata di salicornia è un antipasto raffinato e gustoso. La salicornia è ricca di vitamine e minerali e ha un sapore naturalmente fresco. Si sposa perfettamente col gusto dolce del granchio, quello croccante del finocchio, quello piccante del ravanello.

  1. In una ciotolina preparate il condimento. Unite l’olio d’oliva, il succo di ½ limone e 1 cucchiaio di aceto di sidro. Prima di emulsionare aggiungete un bel pizzico di sale Maldon e del pepe nero macinato.
  2. In un’ampia ciotola da portata disponete la salicornia, il finocchio, i ravanelli, le erbe aromatiche e la polpa di granchio. Irrorate con la salsa e mescolate in modo che sia tutto ben condito e amalgamato. Per finire, spolverizzate con la scorza del restante limone e servite.

Questa crostata al limone è golosa, cremosa e dolce al punto giusto. L’aggiunta di un pizzico di sale nella preparazione dei dessert aiuta a bilanciare lo zucchero ed è un piacere per il palato. La nostra crostata dà il meglio di sé servita a temperatura ambiente con una spolverata di sale Maldon o accompagnata da un po’ di saporita crème fraiche.

  1. Cominciamo dalla frolla. In un robot da cucina frullate la farina e lo zucchero a velo finché saranno bene amalgamati. Poi aggiungete il burro freddo, tagliato a cubetti e frullate fino a ottenere una consistenza sabbiosa, facendo attenzione a non frullare troppo. Quindi aggiungete i tuorli e frullate ancora per incorporarli bene. Se l’impasto vi sembra un po’ asciutto, aggiungete 1 – 2 cucchiai di acqua fredda e frullate finché non apparirà liscio e omogeneo.
  2. Togliete l’impasto dal robot e formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in frigo per 30 minuti.
  3. Dopo mezz’ora togliete la frolla dal frigo e sistematela con cura in una tortiera da 23 cm. Bucherellate delicatamente la base con una forchetta, poi mettete la tortiera in frigo e lasciate raffreddare per altri 20 minuti. Preriscaldate il forno a 180°C.
  4. Togliete dal frigo e ricoprite la frolla con carta da forno. Riempite l’interno di legumi secchi per la cottura alla cieca. Mettete la tortiera al centro di una teglia e infornate per 15 minuti. Quindi togliete i legumi e la carta e infornate di nuovo per 5 – 10 minuti, fino a quando la frolla acquisirà una consistenza gessosa e avrà un aspetto leggermente dorato.
  5. Mentre la base cuoce, preparate il ripieno. In una ciotola capiente battete le uova, lo zucchero semolato e la panna fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungete la scorza di limone e battete ancora.
  6. Quando la base sarà cotta, versate con cura il ripieno e rimettete in forno per 25 – 30 minuti fino a che la crema si sarà addensata ma avrà ancora un po’ di morbidezza al centro. Sfornate e lasciate raffreddare. Servite la torta con un po’ di zucchero a velo spolverizzato al momento e un pizzico di sale Maldon: aiuterà a mitigare il dolce e si abbina perfettamente al gusto acidulo del limone.